Formazione

La legge 107/2015 al comma 124 dell’art. 1, così come ribadito nelle “Indicazioni e orientamenti per la definizione del piano triennale per la formazione del personale” (Nota MIUR del 07.01.2016) e nel Piano per la formazione emanato recentemente dal MIUR, prevede che, nell’ambito degli adempimenti connessi alla funzione docente, la formazione in servizio dei docenti di ruolo è obbligatoria, permanente e strutturale e riconosce alla stessa un ruolo fondamentale e strategico per il miglioramento del Sistema Istruzione del nostro Paese.
Il Piano di formazione dei docenti relativo al nostro Istituto e che andrà realizzato nei prossimi anni non potrà non tener conto ovviamente dei risultati emersi dal Rapporto di Autovalutazione (RAV) e dal Piano di Miglioramento.
Le azioni di formazione, in linea con le esigenze reali della nostra istituzione ed in relazione a quanto previsto nel PTOF, vanno poste in relazione con le nove macro-aree individuate nel Piano per la formazione del MIUR, che rappresentano l’intelaiatura entro la quale le scuole o le reti di scuole, coinvolgendo i propri docenti, potranno individuare percorsi formativi specifici e adatti alle esigenze degli insegnanti e degli studenti.
Le aree e/o priorità della formazione 2016/2019 si possono incardinare in un sistema che si basa sul raggiungimento di tre competenze essenziali per il buon funzionamento della scuola:

Competenze Aree della formazione
COMPETENZE DI SISTEMA • Autonomia didattica e organizzativa

• Valutazione e miglioramento

• Didattica per competenze e innovazione metodologica

COMPETENZE PER IL 21MO SECOLO • Lingue straniere

• Competenze digitali e nuovi ambienti per l’apprendimento

• Scuola e lavoro

COMPETENZE PER UNA SCUOLA INCLUSIVA • Integrazione, competenze di cittadinanza e cittadinanza globale

• Inclusione e disabilità

• Coesione sociale e prevenzione del disagio giovanile

Le attività di formazione saranno articolate in UNITA’ FORMATIVE che, programmate e attuate su base triennale, dovranno essere coerenti con il Piano Nazionale e con il proprio Piano formativo. Ogni Unità Formativa dovrà indicare la struttura di massima di ogni percorso formativo (attività in presenza, ricerca in classe, lavoro collaborativo o in rete, studio, documentazione. ecc ), nonché le conoscenze, le abilità e competenze, riconoscibili e identificabili quali aspetti della professionalità docente e quale risultato atteso del processo formativo (Nota MIUR del 15/09/2016). Ogni singola unità potrebbe consistere in 25 ore di impegno formativo.
Nella progettazione dei Piani triennali, andrà posta particolare attenzione, soprattutto in questa prima fase di attuazione, alla necessità di garantire ai docenti almeno una Unità Formativa per ogni anno scolastico, diversamente modulabile nel triennio.
In data 23/09/2016 abbiamo provveduto a nominare una Commissione che, in affiancamento alle due docenti incaricate di svolgere la funzione strumentale relativa alla formazione e rientrante nell’Area 4, dovrà curare la programmazione ed attuazione nei prossimi tre anni del Piano di formazione d’Istituto. 

Report attività formative a.s. 2016/2017

Piano di formazione – Corso Lingue Inglese – sede Bitritto

Piano di formazione triennale d’Istituto

Circolare interna del Dirigente scolastico n.123

Piano Regionale Formazione Triennale

Piano Regionale Formazione Triennale All. 1 

Piano Regionale Formazione Triennale All. 2 

Piano per la formazione dei docenti 2016-2019

Nota Miur del 15-09-2016 prot. n. 2915

Nota MIUR del 07-01-2016 prot. n. 35