Archivio: Dicono di noi

I Castelli dei Presìdi fra libri teatro e musica

La Repubblica – 16, novembre 2004
I Castelli dei Presìdi fra libri teatro e musica
di Antonio DI GIACOMO

Cresce l’arcipelago dei Presìdi del libro. E fra Bitritto – Bitetto e Sannicandro prende il via un nuovo percorso tematico di lettura. Leggere e raccontare: passioni da condividere”.

L’idea di fondo del progetto, che prenderà avvio questa sera nella sala Castello di Bitritto, è quella di stimolare all’incontro con la lettura non più soltanto ricorrendo ai consueti incontri con l’autore, bensì attraverso delle performance di teatro di narrazione.

Ecco dunque l’interessante proposta per la giornata d’apertura, che per titolo e tema ha La passione d’aver libri”: bibliofili a confronto” alle 19, andrà in scena uno spettacolo del Teatro Minimo(Michele Santeramo in Nobili e porci libri. Fogli nuovi per don Gennaro De Gemmis”) mentre, calato il sipario, del suo amore per i libri parlerà un bibliofilo e mecenate di rango, l’imprenditore e umanista Gianfranco Dioguardi.

Leggere e raccontare: passioni da condividere

Quotidiano di Bari – 12, novembre 2004
Leggere e raccontare: passioni da condividere
di Mariapina MASCOLO

“Leggere e raccontare: passioni da condividere”, teatro e letteratura insieme al tema scelto per il nuovo percorso, in programma dal 16 al 30 novembre, a cura delle associazioni – Presìdio del Libro dei Comuni di Bitritto – Bitetto – Sannicandro di Bari. A coordinare il progetto è Anna Cantatore Dirigente scolastico della “Giovanni Modugno” di Bitritto.

Il teatro pugliese è al centro del progetto più recente … “abbiamo promosso la lettura in ambito scolastico, avvicinando i ragazzi già dal ’95 alla biblioteca dell’istituto. Nel 2000, con finanziamenti speciali del MIUR abbiamo portato la biblioteca a 7.000 volumi. Con i Presìdi abbiamo promosso progetti per i ragazzi e per gli adulti. La scuola “Giovanni Modugno” è così diventata un centro di promozione culturale e sociale nell’area che gravita intorno al barese tra i comuni di Bitritto – Bitetto e Sannicandro di Bari.

L’elzeviro dei piccoli. La scoperta della lettura

La Gazzetta Del Mezzogiorno – 30, maggio 2004
L’elzeviro dei piccoli. La scoperta della lettura.
Per un pugno di libri quante storie
A Bitritto, nella scuola primaria, c’è una fantastica biblioteca per ragazzi frequentata da un mucchio di personaggi.
di Antonio COMENTALE

…Grazie alla scuola ho scoperto la lettura.
La mamma mi ha detto che a Bitritto, nella scuola primaria, c’è una biblioteca fantastica. E’ stata premiata ed è uscita sui giornali.
E’ piena di colori e si incontrano i personaggi delle fiabe. Anche il Lupo e Cappuccetto Rosso. Non vedo l’ora di visitarla così potrò trovare tanti libri nuovi da leggere e da sfogliare.
Libri da amare.
Basta, caro Diario. Oggi ho scritto davvero troppo, chissà quanti errori ho fatto, chissà quante cose ho dimenticato…Fa niente, poi domani passo tutto in bella copia… Anche dopodomani. Adesso ti dico solo ciao.
La tua amica Teresa.

Le librerie dei ragazzi – Fiabe e incontri con gli autori “Qui è meglio del luna park”

La Repubblica – 30, marzo 2004
Le librerie dei ragazzi – Fiabe e incontri con gli autori “Qui è meglio del luna park”
di Antonio DI GIACOMO

Non si sono mai visti prima, eppure non c’è altra soluzione che darsi del tu.
Bando alle formalità di rito, insomma. Se in libreria il faccia a faccia è tra bambini e scrittori non c’è convenzione che tenga: la confidenza è immediata e reciproca. Ci vuole poco tempo a rompere il ghiaccio… Non è detto che debba andare sempre così, ma c’è chi invece fa di questa prassi una consuetudine. Ne sa qualcosa la libreria Laterza di Bari, pronta a farsi a misura di bambino.

Succede ogni Lunedì alle 17 in punto…E non mancano gli incontri con l’autore prediletto come quello, pochi pomeriggi fa, con Roberto Piumini. Bisognava esserci per accorgersi di come ne accadevano delle belle e dunque dimenticare del tutto l’idea canonica dell’incontro con l’autore dei “grandi”. Sommerso da una raffica di domande da “Come nasce un libro?” alla più complicata e adulta “Qual è stato il tuo impatto con la letteratura?”- Piumini era circondato da un centinaio di bambini, venuti anche dalle elementari della vicina Bitritto pur di farsi una chiacchierata e giocare con lo scrittore dei loro sogni.

E Piumini ha saputo ricambiare lasciando che fossero proprio i ragazzi a raccontare ed esplorare le storie dei suoi libri. Perché attraverso questi incontri si gioca una partita sul futuro: l’obiettivo è coltivare fin d’ora il partito dei lettori…